fbpx

Spiagge Sarde a Numero Chiuso

Spiagge Sarde a Numero Chiuso: Un Tesoro da Scoprire

Le spiagge della Sardegna sono famose in tutto il mondo per la loro bellezza incontaminata. Per preservare questo patrimonio, molte di esse hanno introdotto un sistema di accesso a numero chiuso. Questo articolo ti guiderà attraverso le principali spiagge sarde a numero chiuso, offrendoti tutte le informazioni necessarie per organizzare la tua visita.

La Rena Bianca – Santa Teresa Gallura

Tra le spiagge sarde a numero chiuso abbiamo La Rena Bianca, situata a Santa Teresa Gallura, limita l’accesso a 1015 visitatori al giorno dal 1° giugno al 30 settembre. È richiesto un contributo di 3,50 euro, ma i residenti e alcune categorie protette come disabili e bambini tra i 5 e i 12 anni sono esentati. Le prenotazioni si effettuano online o presso l’info point della spiaggia. Ulteriori dettagli sulla procedura di prenotazione saranno presto disponibili sul sito del Comune.

spiaggia_rena_bianca

La Pelosa – Stintino

Alla Pelosa di Stintino, famosa per le sue acque cristalline, il numero di visitatori è limitato a 1500 al giorno, con la possibilità di prenotare 750 posti. Il costo è di 3,50 euro a persona, e le prenotazioni possono essere giornaliere o per più giorni consecutivi. I bambini sotto i 12 anni non sono inclusi nelle prenotazioni. Informazioni dettagliate sono disponibili su spiaggialapelosa.it.

la_pelosa_stintino

Cala Goloritzè – Baunei

Questa spiaggia è accessibile solo a piedi attraverso un trekking di media difficoltà e limita l’accesso a 250 persone contemporaneamente. Il costo di accesso al sentiero è di 7 euro, ma è gratuito per i bambini sotto i sei anni e i residenti. Le prenotazioni possono essere fatte fino a tre giorni prima della visita tramite il sito Heart of Sardinia o l’app o comprando il ticket all’ingresso del sentiero. Più informazioni sono disponibili sulla pagina dedicata.

cala_goloritzè_costa_di_baunei

Altre Spiagge di Baunei: Cala Mariolu, Cala Biriola, Cala dei Gabbiani

Queste spiagge sarde hanno un numero controllato a partire da giugno. Cala Mariolu quest’anno prevede 700 persone al giorno. I visitatori possono sostare per un’ora e mezza, con un costo di 1 euro a persona. È possibile visitarle arrivando con barconi o gommoni noleggiati. Tutte le informazioni sul sito www.turismobaunei.it

Cala_Mariolu_Baunei_sardegna

Cala Luna – Dorgali/Baunei

Tra le spiagge sarde a numero chiuso, quest’anno avremo Cala Luna, condivisa tra i comuni di Dorgali e Baunei. Si prevede di introdurre un sistema di accesso a numero chiuso a partire da questa estate. Ulteriori dettagli saranno disponibili a maggio.

cala_luna_sardegna

Punta Molentis e Porto Sa Ruxi – Villasimius

Anche Punta Molentis rientra tra le spiagge sarde a numero chiuso. Il numero di posti prenotabili è di 150, mentre a Porto Sa Ruxi si possono accogliere fino a 450 persone. Le informazioni su prenotazioni e costi sono disponibili su villasimiussrl.it.

punta_molentis_villasimius_sarrabus

Tuerredda – Teulada

In questo angolo di paradiso, l’accesso è gratuito e limitato a 1100 persone al giorno durante il periodo dall’11 giugno al 30 settembre. Le prenotazioni per Tuerredda possono essere effettuate a questi numeri: Poseidon +39 339 724 6817 (WhatsApp) oppure tramite Tropico Mediterraneo al +39 351 766 9307.

spiaggia_di_tuerredda

Cala Brandinchi e Lu Impostu – San Teodoro

Prenotazioni per Cala Brandinchi e Lu Impostu. Queste due perle della costa di San Teodoro hanno un sistema di prenotazione digitale che parte il 15 giugno e termina il 30 settembre. Le informazioni su tariffe e modalità di accesso saranno aggiornate a maggio sul sito santeodorospiagge.it.

cala_brandinchi_sardegna

Oasi Bidderosa – Orosei

L’accesso all’Oasi di Bidderosa e alle sue spiagge è contingentato e a pagamento da maggio. I posti sono limitati, soprattutto in alta stagione, quindi è consigliabile prenotare online. Dettagli su tariffe e prenotazioni sono su oasibiderosa.it.

oasi_di_bidderosa_orosei

Cala Coticcio e Cala Brigantina – Parco Nazionale Arcipelago di La Maddalena

L’accesso a queste calette è limitato a 60 persone al giorno e richiede l’accompagnamento di guide autorizzate del parco. La prenotazione può essere fatta tramite la piattaforma PagoPa, seguendo le istruzioni sul sito lamaddalenapark.it.

spiagge_sarde_numero_chiuso

Conclusione

La gestione a numero chiuso delle spiagge Sarde è un esempio eccellente di come il turismo sostenibile possa contribuire alla conservazione delle bellezze naturali, garantendo al contempo un’esperienza di qualità per i visitatori. Pianificare in anticipo la visita è essenziale per assicurarsi un posto in queste paradisiache destinazioni.

Prenota un alloggio

 

Traghetti per la Sardegna

Spiagge in Sardegna

Luoghi da visitare

Paesi in Sardegna

Elini

Elini

Elini, con i suoi 560 abitanti, è il paese più piccolo d’Ogliastra, come popolazione e come territorio. Quest’ultimo, nonostante la ridotta estensione, si presenta molto vario, comprendendo zone montuose, collinari e pianeggianti, floride e ricche di sorgenti: una meta ideale per gli amanti della natura e per chiunque voglia disintossicarsi dal caos cittadino.

Iglesias

Iglesias

Scopri Iglesias, la città storica nel sud-ovest della Sardegna, famosa per la sua ricca eredità mineraria, splendide chiese e vivaci tradizioni culturali.

Lotzorai

Lotzorai

Lotzorai, abbracciata dai monti del circondario, che la proteggono dalle correnti più fresche, si affaccia su un litorale sabbioso illuminato da acque smeraldine. Un punto di passaggio per chiunque desideri attraversare l’Ogliastra da Nord a Sud, con una posizione centrale tra i paesi costieri di maggior rilievo. Località turistica tra le più accoglienti, offre al turista che voglia soggiornarci un gran numero di strutture ricettive: tra comodi alberghi, deliziosi b&b e campeggi attrezzati non mancano le soluzioni per qualunque tipo di vacanza.

Tempio Pausania

Tempio Pausania

Esplora Tempio Pausania, la perla granitica della Sardegna, famosa per il suo Carnevale, il sughero, e i vini pregiati.

Baunei

Baunei

Il territorio di Baunei è una meravigliosa combinazione di mare e montagna, che spesso si fondono creando scenari spettacolari che lasciano col fiato sospeso. 40 km di costa rocciosa e frastagliata serpeggiano sulle acque smeraldine e turchesi che si insediano fra le sue fenditure.

Alghero

Alghero

Esplora Alghero, la gemma storica della Sardegna, e scopri le sue meraviglie culturali, naturali e gastronomiche. Con la nostra guida, vivi il meglio di Alghero, dalle spiagge incantevoli ai segreti del suo centro storico.

Tertenia

Tertenia

Il paese di Tertenia sorge in una valle dominata da altopiani dolomitici ed una vegetazione spontanea e articolata, giungendo fino ad un litorale formato da lunghe spiagge di sabbia bianca e coste frastagliate e rocciose. Il suo territorio variegato riesce a farsi apprezzare sia dagli amanti del mare che dagli appassionati di trekking grazie ai suoi boschi e tortuosi sentieri.

Ilbono

Ilbono

Situato a circa 400 mt sopra il livello del mare, a convergere tra Lanusei, Tortolì ed Elini, il paesino collinare di Ilbono si sviluppa in un territorio florido, ricco di ulivi e vigneti. Famoso soprattutto per la produzione dell’olio d’oliva, rinomato per la sua qualità anche a livello internazionale, Ilbono ha fatto dei suoi uliveti un simbolo per il paese.

Perdasdefogu

Perdasdefogu

Situato nella parte meridionale dell’Ogliastra, a circa 500 metri sul livello del mare, Perdasdefogu si mostra affascinate per gli amanti della natura e delle attività all’aria aperta, grazie ai suoi vari corsi d’acqua, che in alcuni periodi dell’anno creano delle bellissime cascate, i tacchi di roccia calcarea e le macchie di una vegetazione ricca e diversificata. Perdasdefogu rientra inoltre in una delle aree della blue zone che vantano le più alte percentuali di longevità.

💬 Hai bisogno di aiuto?